Vai al contenuto principaleVai al footer

G20, il 5 agosto a Trieste la riunione dei Ministri del digitale

Identità digitale, tecnologie digitali per il settore pubblico e regolamentazione agile i temi in agenda

Data 02 agosto 2021
Tempo di lettura
2 minuti
mani su uno schermo virtuale touch

Il 5 agosto 2021 si terrà a Trieste la Riunione dei Ministri del digitale della Presidenza Italiana del G20. Insieme ai delegati alle politiche digitali dei Paesi membri e dei Paesi invitati, saranno presenti il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao, che presiederà la sessione “Digital Government” e il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che presiederà la sessione congiunta “Enabling Digital Transformation”.

Il confronto tra i Paesi G20 sulle tematiche inerenti al digitale è iniziato nel febbraio 2021 e ha condiviso le priorità evidenziate dalla Presidenza Italiana per assicurare una rapida risposta internazionale dopo la pandemia: Persone, Pianeta e Prosperità.

In coerenza con questo obiettivo, la Task Force sull’economia digitale (Digital Economy Task Force - DETF), co-presieduta dal MITD e dal MiSE, ha adottato una visione pragmatica volta a favorire l’apprendimento reciproco tra i Paesi membri e i Paesi invitati, nella consapevolezza della diversità degli approcci normativi e delle soluzioni tecnologiche adottate. L’incontro di Trieste si concluderà con l’adozione da parte dei Ministri della Dichiarazione finale.

I temi dell’incontro

Le tematiche della riunione sono state organizzate in due aree: “Digital Economy” di pertinenza del MiSE e “Digital Government” di competenza del MITD.

Nel corso dei lavori della Presidenza Italiana, la Task Force, di cui il Dipartimento per la trasformazione digitale è parte insieme al Ministero dello Sviluppo economico, si è concentrata in primo luogo sul ruolo dell’identità digitale, sia come mezzo per garantire una forma sicura di identificazione, sia come strumento per accedere ai servizi pubblici in sicurezza e nel rispetto della privacy, assicurando una partecipazione al tessuto economico più attiva ed inclusiva. La Presidenza ha inoltre promosso la condivisione di esperienze tra i membri del G20, attraverso la mappatura di buone pratiche che dimostrano come i governi possano trasformare sé stessi e utilizzare al meglio le tecnologie digitali, quali, ad esempio, l’intelligenza artificiale e i dati, per servire al meglio l’economia e la società.

Infine, la Task Force si è concentrata sul ruolo che svolgono le varie forme di regolamentazione agile nel favorire l’innovazione e la crescita economica.

Al termine della Ministeriale saranno pubblicati i documenti elaborati nel corso del dibattito di questi mesi, e in cui sono illustrate le esperienze e i modelli adottati dai Paesi membri e Paesi invitati, tra cui il Compendio sull’uso degli strumenti digitali per assicurare la continuità nei servizi pubblici, la Raccolta di pratiche G20 sull’identità digitale e l’Indagine sulla regolamentazione agile nei Paesi G20.

Uomo vitruviano G20

La Dichiarazione finale

In occasione dell’incontro, i Ministri adotteranno la Declaration of G20 Digital Ministers - Leveraging Digitalisation for a Resilient, Sustainable and Inclusive Recovery (Dichiarazione dei Ministri del Digitale - Fare leva sulla digitalizzazione per una ripresa economica sostenibile e inclusiva).

Per i giornalisti

Il documento della Dichiarazione, insieme ai tre rapporti, sarà disponibile in formato PDF e sarà scaricabile sul nostro sito al termine della riunione. Per seguire tutti gli aggiornamenti sull’evento del 5 agosto, visita il sito MITD, segui l'accout Twitter del Dipartimento e della Presidenza italiana del G20, e l’hashtag #G20Italy.

Per ulteriori informazioni sull’agenda dell’evento, scarica il Media Handbook dedicato alla Ministeriale.