Vai al contenuto principaleVai al footer

Cosa facciamo

Favoriamo la diffusione di servizi digitali semplici, inclusivi ed efficienti. Ci occupiamo di innovazione, proponendo nuove tecnologie nel tessuto produttivo

Approfondisci
Argomenti Dipartimento

Le competenze

Il Dipartimento per la trasformazione digitale assicura:

  • in ordine alla trasformazione digitale della pubblica amministrazione, le funzioni di indirizzo, coordinamento e impulso nella definizione ed attuazione dei programmi, dei progetti e dei piani di azione nonché le funzioni di valutazione delle proposte formulate al riguardo dalle amministrazioni e di controllo sull'attuazione e sull'impiego delle relative risorse con riferimento all'uso delle tecnologie digitali, al fine di assicurare l'efficacia, l'efficienza, l’economicità e la produttività delle amministrazioni, la trasparenza dell'azione amministrativa, la qualità dei servizi ai cittadini e alle imprese anche avvalendosi degli strumenti e delle risorse finanziarie definiti allo scopo;
  • la definizione degli indirizzi strategici in materia di open government e di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico;
  • per quanto concerne la trasformazione tecnologica, sociale e culturale del Paese, con riferimento a settori diversi da quelli della pubblica amministrazione, le funzioni di definizione degli indirizzi strategici del Governo, di coordinamento, impulso e promozione nonché'di valutazione delle proposte formulate al riguardo dalle amministrazioni e di indirizzo e controllo sull'utilizzo, sull'attuazione e sull'impiego degli strumenti di incentivazione, fondi e risorse per lo sviluppo, la diffusione e l'impiego delle tecnologie nei diversi settori sociali, culturali e economici anche promuovendo la massima accessibilità alle tecnologie con particolare riferimento allo sviluppo e diffusione delle necessarie competenze, all'attrazione di nuove aziende e al potenziamento degli ecosistemi, allo studio, ricerca e diffusione delle tecnologie emergenti e alla governance del nuovo ecosistema tecnologico;
  • tutte le attività necessarie ad assicurare, in raccordo con le amministrazioni interessate, lo sviluppo e la diffusione delle competenze necessarie per un adeguato uso delle tecnologie digitali nei mondi della scuola, dell’università e della ricerca, della pubblica amministrazione centrale e locale, della giustizia, dell'impresa, del lavoro e dell’attività sociale;
  • la collaborazione con le autorità competenti in materia di sicurezza cibernetica.

I nostri progetti

Il Dipartimento porta avanti diversi progetti che afferiscono sia all’area della trasformazione digitale che all’area dell’innovazione.

Attività di indirizzo

Il Dipartimento svolge inoltre funzioni di indirizzo, coordinamento e impulso nella definizione ed attuazione di programmi e progetti, nonché funzioni di valutazione delle proposte formulate da altre amministrazioni e di controllo sull'attuazione e sull'impiego delle relative risorse con riferimento all’uso delle tecnologie digitali.

Di seguito sono riportate alcune attività strategiche coordinate del dipartimento per la trasformazione digitale.

Il Dipartimento svolge anche un ruolo di coordinamento e impulso nella definizione di strategie, azioni e obiettivi del Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione, la cui redazione è affidata all’Agenzia per l’Italia Digitale.

Il Piano Triennale è un documento di indirizzo strategico previsto dalla legge di stabilità 28 dicembre 2015, n. 208. Il Piano Triennale 2020-2022, è stato redatto da un ampio gruppo di lavoro formato da personale di AgID e del Dipartimento per la trasformazione digitale e ha visto il contributo di molte amministrazioni centrali, regioni e città metropolitane.

Ogni amministrazione può trovare nel piano indicazioni sulle scelte da dover compiere per mettere in atto una trasformazione digitale organica, tra cui:

  • la razionalizzazione delle infrastrutture digitali e il percorso di migrazione dei servizi sul cloud;
  • l’adozione delle soluzioni di identità digitale definite dalla normativa: il sistema pubblico di identità digitale SPID e la carta d'identità elettronica CIE;
  • l’adozione della piattaforma unica di pagamento pagoPA e le indicazioni per la migrazione dei servizi verso l’App IO;
  • la condivisione in maniera aperta dei propri dati, con iniziative e attività per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico;
  • lo sviluppo e l’utilizzo di piattaforme e servizi digitali prodotti dalle amministrazioni, attraverso linee guida e kit di sviluppo, il confronto con le comunità di Designers Italia e Developers Italia;
  • l’adozione del modello open source negli uffici pubblici;
  • la messa in sicurezza delle proprie infrastrutture (sicurezza e privacy).

Il coordinamento e la circolazione delle idee tra stakeholder pubblici e privati sono fondamentali per guidare la trasformazione del Paese verso la digitalizzazione e l’innovazione. La frammentazione e la duplicazione delle competenze e delle funzioni ha, sin qui, rallentato i processi di innovazione. Serve, al contrario, fare squadra, contribuire in maniera coordinata alla trasformazione digitale e innovativa, unire le forze e le risorse.

Per fronteggiare queste sfide è stata istituita una cabina di regia per la “Digitalizzazione della PA e l’Innovazione del Paese” alla quale partecipano tutti i Ministri e sono invitati a seguire i lavori, in qualità di osservatori, i rappresentanti di enti e amministrazioni pubbliche (es. Conferenza delle Regioni, l’ICE, ecc.).

A supporto della strategia nazionale per combattere l’epidemia COVID-19, Immuni si configura come una soluzione tecnologica per facilitare il controllo da parte del Ministero della Salute del numero di contagi tramite un servizio di notifica dell'esposizione al virus distribuito attraverso un’app su smartphone, disponibile al cittadino.

Immuni è stata realizzata dal Commissario speciale per l'emergenza COVID-19 (Presidenza del Consiglio dei ministri), in collaborazione con il Ministero della Salute e il Ministro per l'Innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Ultimato lo sviluppo del codice sorgente, da parte di Bending Spoons S.p.A. per la Presidenza del Consiglio dei ministri, oggi Immuni è gestita esclusivamente dalla società pubblica Sogei S.p.A, con supervisione del Dipartimento per la trasformazione digitale, che segue le modifiche e le evoluzioni del progetto, definite per sostenere la strategia nazionale nella lotta contro il COVID-19.

L’individuazione del codice della Bending Spoons S.p.A. come più idoneo per le specificità del nostro Paese è avvenuta nell’ambito della task force istituita dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione in accordo con il Ministero della Salute che si è occupata di valutare e proporre soluzioni tecnologiche data driven per affrontare l’emergenza sanitaria, sociale ed economica legata alla diffusione del virus SARS-CoV-2 sul territorio italiano.

Immuni è distribuito sotto forma di app, quindi potenzialmente ha una forte market penetration, data l’alta disponibilità di smartphone ed utilizzando tecnologie ivi disponibili, quali il Bluetooth Low Energy e il framework di notifica dell'esposizione di Apple e Google. Ciò consente a Immuni maggiore affidabilità e interoperabilità con altre app di contact tracing basate sullo stesso framework. Con l’obiettivo finale di salvaguardare la libera circolazione nell’Unione senza richiedere ai cittadini di scaricare un programma diverso per ogni Paese, nel mese di ottobre è stato rilasciato un aggiornamento dell’app che ha consentito l’interoperabilità di Immuni con sistemi di tracciamento COVID, in campo in Europa (ad oggi l’interoperabilità è prevista con Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Danimarca, Polonia, Lettonia, Spagna, Croazia).

Attività internazionali

Il Dipartimento per la trasformazione digitale porta avanti anche numerose attività sia nel campo europeo che in quello internazionale.

Data ultimo aggiornamento 12 marzo 2021