Vai al contenuto principaleVai al footer

Nasce la piattaforma europea per le competenze digitali

La Digital Skills and Jobs Platform, uno strumento chiave per rafforzare le competenze digitali in Europa

Data 20 maggio 2021

È stata lanciata la Digital Skills and Jobs Platform, un punto di accesso unico per la raccolta di informazioni e risorse di alta qualità sulle competenze digitali e le professioni in ambito ICT in tutta Europa.

La piattaforma è un’iniziativa dell’Unione Europea e riunisce l'intera comunità delle coalizioni per le competenze digitali.

Come funziona

La piattaforma offre uno spazio collaborativo attivo per discussioni e condivisione delle iniziative sulle competenze digitali, in modo che si possa creare una rete di esperti di tutta Europa, con l’obiettivo di favorire sinergie e scambi di esperienze di successo.

Consente inoltre di essere aggiornati sulle iniziative, i progetti e i corsi di formazione sulle competenze digitali e fornisce un orientamento sulle opportunità di lavoro.

Accedendo alla Digital Skills and Jobs Platform è possibile ricevere informazioni sulle tendenze in ambito digitale e utilizzare strumenti di autovalutazione utili a meglio definire il proprio percorso professionale e comprendere le diverse opportunità di miglioramento delle proprie competenze. La domanda di specialisti in tecnologia dell'informazione e della comunicazione è in rapida crescita e le previsioni evidenziano che 9 lavori su 10 richiederanno il possesso di competenze digitali.

logo della Digital Skills and Jobs Platform

Repubblica Digitale

L’Italia fa parte della Coalizione europea per le competenze digitali attraverso l’iniziativa Repubblica Digitale con la Coalizione Nazionale per le competenze digitali, un’alleanza di soggetti pubblici e privati che promuovono progetti finalizzati ad elevare il livello di competenze digitali nel Paese nell’ambito del Piano Operativo della strategia nazionale per le competenze digitali.

Tra gli assi di intervento del Piano Italia digitale 2026 rientra in particolare l’obiettivo di colmare il gap di competenze digitali, con almeno il 70% della popolazione che sia digitalmente abile entro quella data. Questo consentirebbe di riportare l’Italia in linea con i Paesi europei di dimensioni simili e riguadagnare terreno prezioso sul fronte delle competenze digitali.