Vai al contenuto principaleVai al footer

Smarter Italy

Accelerare la crescita del Paese attraverso l’utilizzo di appalti innovativi

In breve

Il programma strategico Smarter Italy prevede la definizione ed il lancio di gare d’appalto innovative. Ha lo scopo di accelerare la crescita del Paese e soddisfare le esigenze espresse dalle comunità, città e borghi, iniziando con quattro aree d’intervento: smart mobility, beni culturali, benessere delle persone e salvaguardia ambientale.

Il programma è aperto a tutte le Amministrazioni e soggetti pubblici interessati, che possono proporre fabbisogni di innovazione, co-finanziare il programma e mettere a disposizione campi operativi di sperimentazione.

Vantaggi

Gli appalti innovativi sono strumenti essenziali per aumentare la capacità competitiva delle imprese e cosí far crescere un’industria del Paese all’avanguardia, sono inoltre una leva strategica per modernizzare le infrastrutture e i servizi della Pubblica Amministrazione, nonché accrescere gli investimenti nella ricerca pubblica. I primi ambiti di intervento su cui ci si focalizzerà il programma sono finalizzati per:

  • la smart mobility per permettere alle persone delle aree urbane di muoversi in modo più veloce, agile e sostenibile grazie all’uso della tecnologia e dell’innovazione;
  • la valorizzazione dei beni culturali (Cultural Heritage) per la valorizzazione economica e turistica delle aree di rilevanza storica e artistica;
  • il benessere sociale e delle persone (Wellbeing) per migliorare la salute psico-fisica delle persone;
  • la salvaguardia dell'ambiente per il miglioramento della situazione ambientale in tutti i suoi aspetti.

Ruolo del dipartimento

Il programma Smarter Italy è nato con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 31 gennaio 2019 e diviene operativo con la convenzione tra il MISE e l’Agenzia per l’Italia Digitale al fine di attuare bandi di domanda pubblica innovativi.

Con il Protocollo d’intesa, firmato ad ad aprile 2020, il Ministero dell’università e ricerca e il Dipartimento per la trasformazione digitale entrano a far parte di del progetto, inserendo al suo interno il segmento “Borghi del futuro”, una delle 20 azioni di “Italia 2025” del Ministro per l'innovazione e la trasformazione digitale, che sperimenta le soluzioni innovative del programma anche su Comuni di minore dimensione.

Il laboratorio Smarter Italy è così costituito da 11 centri urbani, le "Smart Cities", che rappresentano il luogo di sperimentazione delle soluzioni proposte, ai quali si aggiungono 12 piccoli centri che costituiscono i “Borghi del futuro”.

Data ultimo aggiornamento 17 marzo 2021