Vai al contenuto principaleVai al footer

Nuovi strumenti per l'integrazione di SPID

Grazie al lavoro dell'Inps aumentano le risorse disponibili per gli sviluppatori dedicate all'identità digitale

Data 31 marzo 2021

L’Inps, con il supporto di Developers Italia, ha rilasciato in modalità open source il codice sorgente di alcune sue componenti software sviluppate internamente. Ciò permetterà a tutte le amministrazioni e altri soggetti di fare leva su questa base per sviluppare ulteriori applicazioni, senza dover riprogettare e investire risorse sulla creazione “ex novo” di componenti essenziali per le applicazioni digitali.

In particolare, l’Inps ha pubblicato le librerie software per iOS e Android relative a SPID, per consentire alla comunità di sviluppatori di integrare con maggiore semplicità SPID nelle diverse app mobile. Le risorse sono disponibi sul portale di Developers Italia riguardante il Sistema Pubblico d'Identità Digitale (SPID).

L'operazione punta ad aprire un nuovo capitolo digitale per i servizi pubblici gestiti dall'Inps. “Intendiamo così stimolare - ha dichiarato il Presidente Pasquale Tridico - un meccanismo virtuoso di condivisione e collaborazione in cui le Pubbliche Amministrazioni generano risorse non solo per sé stesse, ma per tutte le altre amministrazioni e i privati, arrivando infine a creare soluzioni più efficienti per il cittadino”.

L’iniziativa, sviluppata da Inps attraverso il team di Innovazione tecnologica e trasformazione digitale e la Direzione tecnologia informatica e innovazione, è stata supportata dal Dipartimento per la trasformazione digitale. Il rilascio in open source è in linea con la strategia dello sviluppo del software pubblico e con quanto perseguito dalla comunità per lo sviluppo di software libero di Developers Italia.

Developers Italia

Developers Italia è la community dedicata allo sviluppo di software libero a supporto dei servizi pubblici digitali italiani. L’iniziativa ha l’obiettivo di incentivare l’innovazione nella Pubblica Amministrazione supportandola nell’adozione, sviluppo e mantenimento di software open source. Si tratta di soluzioni informatiche il cui codice è liberamente consultabile, modificabile e pertanto riutilizzabile con molteplici vantaggi in termini di gestione, riduzione dei costi e miglioramento dei servizi per i cittadini.