Vai al contenuto principaleVai al footer

L’importanza di progettare siti della PA a misura di cittadino

Il nuovo sito del Dipartimento per la trasformazione digitale: pensato e progettato per essere sempre più vicino alle reali esigenze delle persone.

Data 19 marzo 2021
Tempo di lettura
2 minuti
logo del Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale

Un punto di riferimento per la PA

Rendere l’innovazione a portata di cittadino: è l’obiettivo che ha guidato la riprogettazione del nuovo sito istituzionale del Dipartimento per la trasformazione digitale, attualmente guidato dal Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale (MITD).

Il progetto, sulla base dei principi promossi dalle Linee guida di design per i servizi web della Pubblica Amministrazione, ha completamente ridefinito l’architettura dell’informazione e l’identità visuale del portale, insieme ad alcune scelte tecnologiche di fondo e alle modalità di lavoro redazionali.

Progettato da Designers Italia in collaborazione con gli uffici di comunicazione del Dipartimento per la trasformazione digitale, il sito, ufficialmente online da giovedì 4 febbraio, si inserisce a pieno titolo nel processo di redesign dei siti della Pubblica Amministrazione (PA), con l’intenzione di diventare un riferimento a disposizione delle amministrazioni per quanto riguarda impostazione del lavoro, scelte progettuali, accessibilità e attenzione alla definizione dei contenuti.

Il dietro le quinte

Il lavoro che ha portato al lancio del nuovo sito ha seguito diverse fasi di studio e progettazione. Il team di Designers Italia ha raccontato tutto questo sul suo canale Medium, con due post che analizzano il dietro le quinte del lavoro.

La fase di ricerca iniziale, guidata da una metodologia rigorosa e realizzata utilizzando gli strumenti messi a disposizione da Designers Italia, si è articolata nell’individuazione dei profili dei possibili utenti e nell’analisi dei loro bisogni, oltre che nello studio dei siti dei Ministeri e di altre realtà governative. L‘indagine ha permesso quindi di definire le funzionalità del sito, ipotizzare i percorsi di navigazione, e progettare l’esperienza utente e l’interfaccia grafica.

L’analisi e lo studio sono però andati anche oltre. Molta attenzione è stata infatti data al linguaggio e soprattutto al content design.

Per massimizzare l’efficacia dei contenuti, è stato necessario mettere in atto una serie di accorgimenti per semplificarne la struttura, soprattutto su dispositivi mobili.

Altro tema affrontato è stato quello dell’accessibilità. Per “accessibilità” si intende la capacità di un sistema informatico di erogare servizi e rendere informazioni fruibili a tutti, senza discriminazioni, con un’esperienza piena e soddisfacente, a prescindere da possibili condizioni di disabilità che rendano necessario l’utilizzo di strumenti assistivi o di particolari configurazioni del sistema.

Una sfida importante che il team di Designers Italia ha voluto mettere al centro delle riflessioni sulla progettazione del sito. Un percorso complesso, che continuerà nei prossimi mesi per rendere il sito il più accessibile possibile, in tutte le sue sfumature.

Le soluzioni individuate sono a disposizione delle altre PA, fornendo così un caso studio per le altre amministrazioni.

Designers Italia

Designers Italia è la piattaforma di riferimento per l’ideazione e progettazione dei servizi digitali della Pubblica Amministrazione italiana. Mette a disposizione di enti, in-house e fornitori: linee guida per il design dei servizi; strumenti (kit) per progettare, realizzare e migliorare i servizi; un modello per i siti web delle scuole (template HTML già pronti all’uso, architettura dell'informazione, un tema già pronto per il CMS WordPress); un modello per i siti web dei comuni (template HTML già pronti all’uso, codice sorgente, architettura dell'informazione). Inoltre favorisce l’incontro tra tecnici, designer, fornitori e funzionari pubblici attraverso una community dedicata alla progettazione e allo sviluppo dei servizi pubblici digitali.