27 Febbraio 2020
Coronavirus, la digitalizzazione a supporto delle zone rosse
Lavorare da casa con lo smart working

Un’iniziativa per ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni grazie a servizi innovativi.

Digitale e innovazione possono rappresentare, se utilizzate nel modo giusto, risorse preziose per migliorare la vita a cittadini e imprese. Oggi l’Italia è chiamata ad affrontare un momento di emergenza sanitaria, per contrastare la diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2), che sta incidendo notevolmente sulla vita di decine di migliaia di persone che si trovano nelle aree sottoposte a restrizioni. Anche in questo contesto difficile, l’innovazione può dare il suo contributo, se non a ritrovare la normalità forzatamente perduta, almeno a trovare una quotidianità diversa nella quale non dover rinunciare a lavorare, a informarsi, a fare la spesa, alla propria socialità e, specie per i più piccoli, al gioco, alla formazione, all’istruzione.

Partendo da questa considerazione, come Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione ho deciso di intraprendere una serie di azioni per essere a fianco dei nostri cittadini e delle nostre imprese utilizzando servizi e soluzioni innovative.

Gli obiettivi

I servizi che vogliamo rendere disponibili hanno il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.

Come collaborare con noi

Chiunque può aderire all’iniziativa semplicemente compilando il form presente nella sezione “Come aderire” all’interno della pagina Solidarietà Digitale.

L’Italia è un solo grande Comune e una situazione come questa ci riguarda tutti, nessuno escluso. Digitale e innovazione possono aiutarci a vincere e abbiamo il dovere di provare a usarli nell’interesse comune, nel modo migliore possibile e senza lasciare nessuno indietro.

Che siate una multinazionale o una partecipata pubblica, una startup, una piccola o media impresa, o un’associazione di volontari, se pensate di disporre di una soluzione, di un servizio capace di fare la differenza per garantire un quotidiano sostenibile a chi vive nelle aree sottoposte a misure di contenimento per il virus, scriveteci.

Grazie,

Paola Pisano
Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

Servizi per i cittadini

Ti trovi nelle zone interessate dalle misure urgenti di contenimento e gestione del contagio per il #COVID19? Guarda subito l’elenco aggiornato dei servizi e delle soluzioni innovative a cui puoi accedere:

Ringraziamo gli Identity Provider che, con l’obiettivo di facilitare la fruizione online dei servizi della PA e dei privati aderenti attraverso SPID, hanno messo a disposizione le modalità di riconoscimento via webcam in forma gratuita per i cittadini che si trovano nelle zone rosse.

Fotografia di Bench Accounting su Unsplash

Altre notizie

Lettera delle Ministre Paola Pisano e Fabiana Dadone alle Amministrazioni centrali e locali dello Stato
Lettera Pisano Dadone

Per la trasformazione digitale del Paese è fondamentale il contributo di ciascuna Amministrazione.

Leggi di più
La Ministra Pisano ha partecipato a Gaia-X Summit
Paola Pisano al Gaia-X Summit

L’iniziativa per promuovere la creazione delle federazione europea di cloud

Leggi di più
Vedi tutte le Notizie →