2 Aprile 2020
Continuano i lavori della Task Force per l’utilizzo dei dati contro il Covid-19
La task force al lavoro

Continua il lavoro della task force istituita nei giorni scorsi dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione in accordo con il Ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità per valutare e proporre soluzioni tecnologiche data driven, ossia basate sull’analisi dei dati, nell’affrontare l’emergenza sanitaria, sociale e economica causata dal virus SARS-CoV-2.

L’obiettivo del gruppo di esperti non è solo quello di fornire idee che contribuiscano a fronteggiare le difficoltà in corso sotto il profilo sanitario. La sua funzione è anche in larga parte radunare competenze e stimoli che possano tradursi in seguito in progressi nell’adozione di misure fondate su una conoscenza della realtà che i dati possono offrire.

Il gruppo di 74 esperti sottopone ad un primo esame quali possono essere alcuni soluzioni tecnologiche innovative. Questo studio può costituire un’occasione utile a sviluppare il ricorso all’analisi dei dati nell’elaborazione di politiche di governo.

I sottogruppi e i rispettivi coordinatori sono :

  • Coordinamento generale delle attività, curato da Paolo De Rosa;
  • Infrastrutture e data collection, coordinato da Maria Claudia Bodino;
  • Impatto economico, coordinato da Andrea Roventini;
  • Web data e impatto socio-economico, coordinato da Walter Quattrociocchi;
  • Teleassistenza, coordinato da Anna Ceccarelli;
  • Tecnologie per governare l’emergenza, coordinato da Ciro Cattuto;
  • Big data & AI (intelligenza artificiale) for policies, coordinato da Dino Pedreschi;
  • Profili giuridici della gestione dei dati connessa all’emergenza, coordinato da Guido Scorza.

L’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, il Garante per la protezione dei dati personali e l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni daranno il loro apporto all’attività della task force pur senza partecipare ai relativi lavori. Nel rispetto della propria autonomia e indipendenza forniranno indicazioni, avvisi e pareri sulle valutazioni fornite dal gruppo e i suoi componenti.

Il sesto sottogruppo sottopone ad un primo esame le proposte raccolte attraverso la Fast Call pubblicata nei giorni scorsi per la gestione e il monitoraggio dell’emergenza sanitaria.

È per il bene comune che oggi è necessario mettere a confronto punti di vista tecnici e scientifici diversi accomunati da un proposito: consentire che le scelte delle istituzioni democratiche si avvalgano sempre più di una conoscenza della realtà vasta, complessa e in evoluzione.

Fotografia di cetteup su Unsplash

Altre notizie

L’Italia ha la sua Strategia Nazionale per le Competenze Digitali
L’Italia ha la sua Strategia Nazionale per le Competenze Digitali

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione ha firmato il decreto di adozione della Strategia Nazionale per le Competenze Digitali.

Leggi di più
Lettera del Ministro al Corriere della Sera del 23 luglio
Lettera del Ministro al Corriere della Sera del 23 luglio

In un’epoca di innovazione tecnologica impetuosa l’Italia deve essere all’altezza dei tempi. Serve un impegno comune di maggioranza e opposizione per il bene del Paese.

Leggi di più
Vedi tutte le Notizie →